mescla

Questo articolo è stato scritto da stefano stravato

La nuova organizzazione di Fiat e il futuro del digital

Il rientro dalle vacanze è stato movimentato, e in molti mi avete chiesto informazioni sulla nuova organizzazione aziendale. L’onda mi ha travolto e ne sono contento: nonostante la crescente importanza che ha avuto in azienda in questi ultimi 5 anni, l’interactive era ancora una nicchia, con una cosiderazione  minore rispetto ad aree più consolidate del marketing, come l’advertising e il media planning. Oggi c’è una direzione Brand Marketing Communication per tutti i marchi dell’automobile presieduta da un Vice President. Quest’ultimo ha creato delle funzioni trasversali e ha scelto, tra i direttori di comunicazione di Brand, un responsabile che si occupasse anche del Digital marketing. Finalmente avrò un capo che si occupa al 100% di web, non farò anticamera assieme ai colleghi della pubblicità o dei cataloghi, tra angle search, mock-up e PPM. Inoltre lavorerò in una Interactive room con le 3 splendide colleghe di Alfa Romeo, Fiat Professional e Lancia e si sa, l’unione fa la forza.

C’è ancora molto da fare, per esempio dare seguito alle buone premesse della fine del 2008, quando il CEO di Fiat aveva capito bene, grazie a un workshop che lo coinvolgeva assieme al top management, che il digital non è solo comunicazione, ma impatta su tutti gli aspetti di business come il CRM, il dealer network, lo stock, lo sviluppo prodotto, l’after sales…

Ma questo è un anno difficile, e direi che almeno da un punto organizzativo, il 2009 comincia bene.